Come diventare virali? I consigli di Federico Resega

Posted by on

Il vostro profilo non cresce più? State pensando di comprare dei follower? Con Federico Resega abbiamo cercato di ricavare qualche piccolo trucco per...diventare virali.

Siete presenti su tutti i social da anni, e ogni vostro profilo è a livello numerico inesorabilmente bloccato. Nessun progresso su Facebook, Instagram in costante altalena di followers, nessun progresso su Youtube. Dopo un inizio promettente, ormai rischiate di gareggiare a chi a più seguito con vostro padre. Possibile che non esista un modo per far girare tutto come dovrebbe? Forse il trucco perfetto non c'è, ma qualche buona norma sicuramente può essere utile per rimettere in moto una situazione paralizzata. Qualche consiglio ce lo siamo fatti dare da Federico Resega, insegnante di snowboard, wakeboard e wakesurf con un profilo Instagram da quasi 16.000 followers. Andando con ordine...

Primi passi da fare

Prima di tutto occorre avere qualcosa da esprimere e raccontare, che sia il tuo personaggio,la tua personalità, una tua esperienza/viaggio/avventura. Aver voglia di comunicare qualcosa è diverso da sentirsi in dovere di comunicare qualcosa, perché tutti lo fanno, e nel 2018 essere social è una necessità. Io ho avuto la fortuna di essere social prima che fosse una necessità. Nel senso che ho sempre frequentato e vissuto i mondi action sport, in primis come rider più scarso della storia dello snowboard italiano, ho lavorato per anni in un negozio famoso di snowboard. Ora insegno, e in molti si ricorderanno la mia molestia alle feste. Tutto questo mi ha permesso di conoscere chiunque appartenesse a questi mondi, questa è la base della mia community . Quindi il primo passo è sicuramente sapere identificare il proprio pubblico e capire cosa vuole. Il mio profilo parla di snowboard, surf , outdoor. È decisamente attuale, ma non costruito su una moda del momento. Io vivo facendo questo, d'inverno insegno snowbaord, d'estate wakeboard e wakesurf. Nel tempo libero amo camminare in montagna o viaggiare, quando possibile. Questo sono io. È una cosa molto di nicchia, ma l'importante è interessare con i miei contenuti chi ama questi sport e chi avrebbe il desiderio di vivere sempre in vacanza come me!

Errori da non commettere

In primis, il non essere originali. Oramai è tutto così veloce che tutti hanno già fatto tutto e tutti hanno visto tutto. Essere se stessi è meglio che emulare chi fa altro, perché lo farà sicuramente meglio di te. L'originalità e la creatività a lungo termine premiano, senza aver fretta di avere successo e comprare followers per far crescere i numeri senza poi avere un seguito reale effettivo, le aziende se ne accorgono!! Evitare di usare bot, cosa che per curiosità ho provato a fare, ma controproducente perché possono infastidire i followers se mal gestiti. D'altronde sbagliando si impara!

Formule magiche

Nessuna formula magica, solo tanta pazienza e dedizione. Considera la tua crescita social come un vero e proprio lavoro; per una crescita esponenziale è essenziale essere sempre connessi ed operativi, fare un'attenta analisi dei tuoi competitors, studiare gli orari migliori per postare, e soprattutto capire ciò che i tuoi followers si aspettano di vedere da te.

Mantenere e far crescere il seguito

Una volta partiti bene è essenziale non mollare il colpo, rimanere sempre attivi e sul pezzo. Parola d'ordine COSTANZA. Più cresci, più dovrai soddisfare le aspettative dei tuoi fans. Io per esempio resto molto attivo curiosando fra i profili dei miei followers, mettendo like e commenti ai contenuti migliori e resto sempre a loro disposizione in direct, rispondendo il prima possibile a tutti. Il lato negativo è che ci sarà parte del tuo pubblico che apprezzerà quello che fai, e parte che odierà quello che fai. Io valuto sempre positivo il fatto di avere degli haters, perché significa che il mio lavoro sta funzionando e spinge anche chi non apprezza quello che faccio a 'disturbarsi' di lasciare un commento. Mi preoccuperei di più di rimanere non notato. Far parlare di sé nel bene o nel male è raggiungere l'obiettivo.

Come cambia la vita con un buon seguito

15k non credo si possa definire un grosso seguito. Non mi aspetto nemmeno nessun cambiamento dovuto a questi 'numeri'. Il mio essere social e virale è il mio biglietto da visita, il modo di far conoscere la mia persona e la mia attività ( maestro di snowboard @happymountainsnowboard ). Mi faccio conoscere e conosco i miei potenziali clienti instaurando un rapporto di fiducia/credibilità/amicizia. Certo, grazie a questi numeri riesco ad ottenere sponsorizzazioni e talvolta qualche soldino, ma da qui a cambiar vita ne devono passare di followers sotto i ponti!

Consigli finali

Vi consiglio di fare quello che vi piace, senza troppe aspettative, e verrete premiati. Sappiate che dovrete essere sempre pronti a creare ed editare contenuti in qualsiasi momento, ogni occasione è buona, ma metteteci la vostra firma. Pensate che questa intervista l'ho fatta fra una sessione e l' altra di surf in Francia. Ora torno in acqua e Consiglio soprattutto di seguirmi su @federesegaSe arrivo a 100k offro da bere! 
2018 Dolly Noire Federico Resega instagram Social Media viral

← Older Post Newer Post →



Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

Mag

RSS
Tags
2018 333 mob 3D Achille Lauro adidas Adrecalina Afrojack AHL akeem Albert Alps Hockey League Ambassador Amedeo d Amsterdam Andrea Bassi Antonio Bravo argentina Ariete Art Art of Sool Artwork Atipici ATPC Attitude Roma Away Axos Banana Moon Bandits Crew Barcellona battle of the year Beba bologna Boss Doms brand Brasil Breakdance bunker studio Canadese Canoa Canoe Carl Brave x Franco 126 Catalunya Charlie Charls Check Point Clipper club Club Dogo Come costruire un profilo Crew cross Culture Clash da move crew damiano mari damned Dani Faiv davide pagliardini Design Design Week diablo Dj Dj Dropsy Dj Jewell Dj Kosmi dj slait Dlynr Dolly Dolly Noire Doppiaggio Dreca E-commerce efrati eicma Ensi esposizione fabrizio smallone Federico Ferrero Federico Resega festival fiera film FIS formula1 fotografia Francesco Muratori freestyle froz Ghali Giacomo Bertagnolli Gogo Records Goldentrash graffiti Guè Pequeno Guida Halloween Hashtag Hell Raton hellheaven11 Hellmuzik Hip Hop hiphop Hockey Hockey Milano Rossoblu Home Festival Human Safari Ibrahimovic inferno inghilterra Instagram intervista Invictus Isidoro Italia Ivaldi Jambo kanye west Kayak kick it Kipchoge L'alba L'Altro Me Crew lettering Live Londra Loop Colors Lush & Simons Machete Machete Crew machete empire records madiba Mamma Fotogramma Mandela Markers Marnik Mask Massimo Sirelli Matteo Iachino Medaglie Michela Moioli Migos Milano Moko Mondiali Monociclo motard moto moto 3 moto gp moto.it moto2 moto3 Motociclismo Motocross Motus Temporis movies Murales music Musica Mythos napoli Nayt Nazionale NBA nerone Neve new collectio Nicola Liviero nightlife nike Nitro No Comment off-white OJ Olimpiadi Olipiadi Oro Outfit OVRTM Paralimpiadi Parkour Party Philipp Ploner Piumini Plant Pour L'Amour Producer Profilo Raba Radio 105 Radio Deejay Raduno Nazionale Ambassador rap Raptuz Red Bull Redslow Ricro Rio Rkomi Robot Rocky roma Rossella Esse rugby rush Sagrada Familia Sailors Tattoo Salmo Sci scozia Sfera Ebbasta Shablo Shade Shark Tank Shoes Shorty Ski Slait Slalom smake smash smashing wednesday sneakerhead sneakerness sneakers Snow Snow Week Snowboard Social Media Sotto18 Festival Space Valley Spazio Tempo spaziotempo Spercross Spider Man sport SS2019 Stay Brave store street Street Art streetculture streetwear surf Tattoo Tattoo art Tdk crew Torino Totti Trap Travel under 20 Vademecum Video Videomaker Videomaking Vipers viral virgil abloh Wany Windsurf winter World Champion world championship World Cup World Rookie Tour writer writing wrtiter yeezy YouTube youtuber Zanardi