Madiba - Gioele Castelvetere ci racconta l'ultima collezione Dolly Noire

Posted by on

Il corno d'Africa, con la sua natura selvaggia ed affascinante, con i suoi personaggi iconici e la sua poesia intrinseca, è protagonista di "Madiba", la collezione Primavera Estate 2019 di Dolly Noire. Tenuta a battesimo nella prestigiosa cornice di Pitti Uomo a Firenze, si caratterizza come una collezione importante, con l'esordio di prodotti inediti e di coraggiosi total outfit in grado di caratterizzare fortemente e rendere immediatamente riconoscibile il tocco "Dolly Noire". Ne abbiamo parlato con Gioele Castelvetere, direttore artistico, che ci ha raccontato come è nata e cosa c'è dietro all'immaginario di questa nuova scommessa.

Come descriveresti in breve la nuova collezione?

"E' una collezione colorata, estrosa, fortemente ispirata a un territorio dove la natura domina ferocemente. Una collezione selvaggia, molto fresca."

Da nove nasce l'idea di determinate grafiche, di una certa ambientazione?

"Il bacino d'ispirazione è il corno d'Africa. La scelta di questo tema nasce da Invictus, una poesia fortemente legata al personaggio di Nelson Mandela, titolo anche del film che Clint Eastwood dedicò al leader africano. Una poesia legata alla storia di Mandela e alla nazione de Sud Africa. Da qui la scelta di fare una collezione che richiamasse quel continente e le camice che indossava Nelson Mandela. Proprio una categoria di prodotto come le camice, che fino ad oggi non avevamo mai fatto, nasce ispirata allo stile di questo personaggio, Madiba. Il nome stesso della collezione ne è un richiamo esplicito." 

Come mai la scelta di Mandela come personaggio?

"Innanzitutto c'è un'idea di coerenza rispetto al nostro lavoro precedente, un collegamento che mi è venuto quasi automatico a livello di concept. Dopo di che si tenta sempre di capire se le idee a livello di coerenza possano essere in linea con le tendenze ed i gusti del momento. In questo caso abbiamo valutato che, oggi come oggi, a livello di stile questo tipo di "mondo" potesse piacere, quindi la scelta è stata confermata. A livello politico non c'è un messaggio vero e proprio, se non quello positivo che ha sempre portato avanti Mandela nella sua storia. Il tributo che gli abbiamo voluto fare attraverso il titolo della collezione è dedicato alla persona, ai principi e valori che ha diffuso."

La scelta di portare un capo inedito come la camicia in una collezione Dolly Noire era già nell'aria o è arrivata dopo la scelta del tema?

"In realtà è nata prima l'idea di fare il prodotto camicia. Avevamo già provato a presentarlo nella collezione precedente, ma per problemi tecnici, di ricerca e sviluppo abbiamo dovuto rimandare. La coincidenza dell'aver trovato un tema come questo, dedicato a un personaggio che effettivamente vestiva queste camicie super particolari ed estrose, mi ha convinto ancor di più a fare questa scelta."

E' un prodotto che troveremo anche nelle future collezioni?

"Sarà caratteristico di questa collezione, in quanto è la prima in cui lo presentiamo. Spero, ma sono quasi sicuro, che lo ritroveremo sempre nelle collezioni estive, o anche invernali in una versione più adatta alla stagione."

C'è un prodotto di questa collezione al quale sei particolarmente legato?

"Sono fortemente legato all'immagine del gorilla, perchè è stata quella che fin da subito avevo in testa come copertina della collezione. Tutto è nato da li e mi si è formato in testa partendo da questo faccione iper aggressivo. Son molto affezionato anche ai due total outfit che sono venuti fuori e sono diventati il simbolo della collezione vera e propria, il Ritual Mask (rosso con il mascherone giallo) e il safari (composto da pattern animalier zebrato, leopardato) disegnato a partire da una sneaker limited edition di Nike. Sono molto contento perchè il risultato non è niente male, e sono sicuro che piacerà."

La collezione ha fatto il suo prestigioso debutto a Pitti Uomo, a Firenze. Che accoglienza ha ricevuto?

"Fino ad adesso siamo molto soddisfatti perchè i feedback sono molto positivi. Abbiamo ricevuto i complimenti per aver presentato una collezione molto fresca e soprattutto per aver presentato dei prodotti in qualche modo diversi. Quando si riesce a tirar fuori qualcosa che ti distingue da quello che si è già visto si è a un passo dall'aver fatto qualcosa di successo, che piace. Speriamo che questi ritorni positivi ritrovino riscontro anche nel pubblico che dovrà acquistare questi prodotti."

Dlynr Dolly Noire Street Art streetwear

← Older Post Newer Post →



Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

Mag

RSS
Tags
2018 333 mob 3D Achille Lauro adidas Adrecalina Afrojack AHL akeem Albert Alps Hockey League Ambassador Amedeo d Amsterdam Andrea Bassi Anni 90 Antonio Bravo argentina Ariete Art Art of Sool Artwork Atipici ATPC Attitude Roma Away Axos Banana Moon Bandits Crew Barcellona battle of the year Beba boing bologna Boss Doms brand Brasil Breakdance bunker studio calcio Canadese Canoa Canoe capitan tsubasa capsule collection Carl Brave x Franco 126 Catalunya Charlie Charls Check Point Clementino Clipper club Club Dogo Come costruire un profilo complex ComplexCon Crew cross Culture Clash da move crew damiano mari damned Dani Faiv davide pagliardini Design Design Week diablo Dj Dj Dropsy Dj Jewell Dj Kosmi dj slait Dlynr Dolly Dolly Noire Doppiaggio Drake Dreca E-commerce efrati eicma Ensi esposizione Fabri Fibra fabrizio smallone Federico Ferrero Federico Resega festival fiera film FIS formula1 fotografia Francesco Muratori freestyle froz Future Ghali Giacomo Bertagnolli Giappone Gogo Records Goldentrash graffiti Guè Pequeno Guida Halloween Hashtag Hell Raton hellheaven11 Hellmuzik Hip Hop hiphop Hockey Hockey Milano Rossoblu holly e Benji Home Festival Human Safari Ibrahimovic inferno inghilterra Instagram intervista Invictus Isidoro Italia Ivaldi Jack the Smoker Jambo kanye west Kayak kick it Kipchoge L'alba L'Altro Me Crew lettering Live Londra Loop Colors Lush & Simons Machete Machete Crew machete empire records madiba Mamma Fotogramma Mandela Mark Lenders Markers Marnik Marracash Mask Massimo Sirelli Matteo Iachino Medaglie Michela Moioli Migos Milano Moko Mondiali Monociclo motard moto moto 3 moto gp moto.it moto2 moto3 Motociclismo Motocross Motus Temporis movies Murales music Musica Mythos napoli Nas Nayt Nazionale NBA nerone Neve new collectio Nicola Liviero nightlife nike Nitro No Comment off-white OJ Olimpiadi Olipiadi Oro Outfit OVRTM Paralimpiadi Parkour Party Pharrell Philipp Ploner Piumini Plant Playlist Pour L'Amour Producer Profilo Raba Radio 105 Radio Deejay Raduno Nazionale Ambassador rap Raptuz Red Bull Redslow Ricro Rio Rkomi Robot Rocky roma Rossella Esse rugby rush Sagrada Familia Sailors Tattoo Salmo Sci scozia Sfera Ebbasta Shablo Shade Shark Tank Shoes Shorty Ski Slait Slalom smake smash smashing wednesday sneakerhead sneakerness sneakers Snoop Dogg Snow Snow Week Snowboard Social Media Sotto18 Festival Space Valley Spazio Tempo spaziotempo Spercross Spider Man sport SS2019 Stay Brave store street Street Art streetculture streetwear surf Tattoo Tattoo art Tdk crew Torino Totti Trap Travel Travis Scott Tsubasa under 20 Vademecum Video Videomaker Videomaking Vintage Vipers viral virgil abloh Wany Windsurf winter World Champion world championship World Cup World Rookie Tour writer writing wrtiter yeezy YouTube youtuber Zanardi