Il sorriso dell'Africa - Hell Raton racconta il viaggio in Uganda

Postato da il

Un'esperienza che nasce dal suono e che porta all'mpatto con una realtà difficile ed affascinante, di cui è difficile non innamorarsi. E per la quale mettersi in gioco.

"C’è una differenza che fa impressione tra i suoni della natura, isolati, e quelli della città, molto caotica. Posso dire questo perché non sono andato alla ricerca di musicisti, quindi per me il suono dell’Uganda nel 2019 è quello di fondo nei posti che ho visitato".  L'avventura nasce così, prende il là dalla musica, dai suoni, che catturano ed immergono  Daniele Crepaldi, brand manager di Dolly Noire,il fotografo Roberto Graziano Moro, il videomaker di casa Machete Stefano Boen,Hell Raton, rapper e produttore del famoso collettivo Machete nonché fondatore del progetto HellMuzik, e li proiettano nell'incredibile realtà dell'Africa. A descriverci l'esperienza, che potete assaporare in pieno grazie al cortometraggio "Sound of Africa - Hell Raton X Dolly Noire", è proprio Hell Raton, che con quel contesto aveva già avuto modo di misurarsi. "Per me si trattava del terzo viaggio in Africa nel giro di due anni e mezzo" racconta.

​"La prima volta, nel 2017, sono stato invitato da un mio amico che lavorava per una ONG fondata a Olbia e legata al mio asilo d’infanzia, ‘Deborah Ricciu - Espandere Orizzonti’, che nei dintorni di Kampala ha una scuola per bambini, dove siamo stati ospitati. In quell'occasione con Filippo Bano e Roberto Graziano Moro, ho girato il video di "Buganda Rock". La seconda volta sono andato prima in Sudafrica, a Johannesburg, per assistere al primo Red Bull Culture Clash africano con il mio ufficio stampa e socio di Hellmuzik, Luca, e poi, di nuovo a Kampala, questa volta ospite di Sasà, che lavora per un’altra ONG, AVSI. Qui ci ha raggiunto Andrea “Blanco”, un amico musicista che è nato proprio lì, in Uganda. In quest’occasione ho esplorato un po’ di più il Paese, anche andando al nord, a Gulu, grazie alla disponibilità di Sasà. Quest’ultima volta, con Daniele di Dolly Noire, Stefano Boen e di nuovo Roberto Graziano Moro, AVSI e Sasà ci hanno portato a visitare alcune realtà che avevo già visto nel viaggio precedente e che volevo documentare per farle conoscere meglio anche in Italia, soprattutto al nostro pubblico. Il rapporto con AVSI in particolare nasce quando due anni fa circa stavo preparando lo show per il Red Bull Culture Clash e volevo coinvolgere i ballerini di un video di French Montana ambientato in Uganda. Blanco allora mi ha consigliato di sentire un suo amico italiano che viveva lì e con cui mi ha messo in contatto, proprio Sasà. L’ho conosciuto prima per telefono e poi di persona, e mi sono trovato subito a mio agio con lui, dunque da lì tutto è venuto naturale. Abbiamo passato dei giorni insieme, siamo stati molto bene e abbiamo trovato una maniera di collaborare, senza forzare i tempi. Alcune realtà e persone le avevo quindi già conosciute nei precedenti viaggi, dunque questa volta ho avuto tante conferme del loro impegno. Elio Croce, per esempio, è un italiano che sta lì da oltre 40 anni e ha assistito i malati di AIDS, quelli di Ebola (ha visto nascere la prima epidemia) e ora sta dietro a molti bambini abbandonati che hanno handicap e problemi di salute".

 

Proprio dal documentario "Sound of Africa", emergono sia la tua conoscenza della realtà in cui vi siete immersi, che la tua volontà di farla conocere ai tuoi compagni di viaggio.

"L’Africa è talmente diversa e lontana dalla nostra realtà, che tira fuori un lato delle persone inaspettato. Se frequenti una persona a Milano, magari per lavoro, e poi la porti in Africa, conoscerai un’altra persona. A rimanerti dentro però sono i bambini: come ti guardano incuriositi, come ridono e si divertono, come cercano un contatto perché magari vogliono essere presi in braccio e tutti i loro atteggiamenti. In Uganda l’età media della popolazione è molto bassa, ci sono molti bambini abbandonati, altri che iniziano a lavorare quando hanno 4 o 5 anni, dunque per tante ragioni sono loro che ti rimangono più impressi. Con tutti quei bambini, spesso costretti a lavorare, la scuola è fondamentale. Garantire a molti di loro la sola possibilità di andarci, sarebbe una bella conquista. Questo è una delle cose a cui vorrei contribuire anche perché era una delle missioni di un grande uomo come Nelson Mandela.

 

Secondo te c'è qualcosa che dovremmo imparare dall'africa?

"A sorridere. Come dico dalla prima volta che ci sono stato, non può che far impressione a noi, che arriviamo una realtà dove non sembra mancarci nulla, quanto sorride la gente che vive in difficoltà, che, per dirne una, non è sicura di avere acqua e cibo ogni giorno."

 

africa Avsi Dolly Noire Hell Raton Machete Uganda

← Post meno recenti Post più recenti →



Lascia un commento

Nota: i commenti dovranno essere approvati prima di essere pubblicati

Mag

RSS
Tags
2018 2019 333 mob 3D Achille Lauro acqua adidas Adrecalina africa afrobeat Afrojack afrotrap AHL akeem Albert albino Alps Hockey League Ambassador Amedeo d Amsterdam Andrea Bassi Anni 90 Antonio Bravo argentina Ariete Art Art of Sool Artwork Atipici ATPC Attitude Roma Avsi Away Axos Banana Moon Bandits Crew Barcellona battle of the year Beba Beccaria bexey bikila BMX boing bol bologna Boss Doms boulmerka brand Brasil bread & butter Breakdance bunker studio calcio Canadese Canoa Canoe capitan tsubasa capsule collection Carcere Carl Brave x Franco 126 Catalunya Charlie Charles Charlie Charls Check Point Cinema clash Clementino Clipper club Club Dogo Come costruire un profilo complex ComplexCon Crew cross cucina Culture Clash da move crew damiano mari damned Dani Faiv davide pagliardini Design Design Week diablo Dj Dj Dropsy Dj Jewell Dj Kosmi dj slait Dlynr doll Dolly Dolly Noire dolly noire japan Doppiaggio Drake Dreca E-commerce efrati eicma elisa caffont Ensi era tutto un sogno esposizione Fabri Fibra fabrizio smallone Fashion federica abbate Federico Ferrero Federico Resega festival fiera film FIS formula1 fotografia fra design Francesco Muratori francia freestyle froz Future Ghali Giacomo Bertagnolli Gianluca Cavaiola Giappone Gogo Records Goldentrash graffiti Guè Pequeno Guida Halloween Harry Potter Hashtag Hell Raton hellheaven11 Hellmuzik Hip Hop hiphop Hockey Hockey Milano Rossoblu holly e Benji Home Festival Human Safari hypefest Ibrahimovic inferno inghilterra Instagram intervista Invictus Isidoro Italia Ivaldi ivan bilibin Jack the Smoker Jambo japan jeffery jewell Kaepernick kanye west Kayak kick it Kickit King of Concrete Kipchoge kite kitesurf L'alba L'Altro Me Crew lavoro lettering Live Londra Longboard Loop Colors Lush & Simons Machete Machete Crew machete empire records machete mixtape 4 madiba magazzini generali Mamma Fotogramma Mandela marco primavera Mark Lenders Markers Marnik Marracash masa Mask Massimo Sirelli Matteo Iachino Medaglie mhd mic tyson mic tyson the division 2 Michela Moioli Migos Milano Moko Moko Lab Mondiali Monociclo mosca motard moto moto 3 moto gp moto.it moto2 moto3 Motociclismo Motocross Motus Temporis Movie movies Murales music Musica Mythos napoli Nas Nayt Nazionale NBA nerone Neve new collectio NFL Nicola Liviero nightlife nike Nitro No Comment Obey off-white OJ Olimpiadi Olipiadi onemic Oro Outfit OVRTM Paralimpiadi Parkour Party passione Pharrell Philipp Ploner Piumini Plant Playlist plug-mi pop Pour L'Amour Producer Profilo Raba Radio Radio 105 Radio Deejay Raduno Nazionale Ambassador rap raptus vol 3 Raptuz Re del Cemento Red Bull Redko Redslow ricette Ricro Rio Rkomi roberto graziano moro Robot rock steady Rocky roma Rossella Esse rugby rush russia Sagrada Familia Sailors Tattoo Salmo samuel pescuma schecketer Sci scozia Sfera Ebbasta Shablo Shade Shark Tank Shoes Shorty siberia Siziano skate Skate Park Ski Slait Slalom smake smash smashing wednesday sneakercon sneakerhead sneakerness sneakers Snoop Dogg Snow Snow Week Snowboard Social Media Sotto18 Festival Space Valley Spazio Tempo spaziotempo Spercross Spider Man sport ss19 SS2019 Stay Brave store street Street Art street superior streetculture streetwear style surf Tattoo Tattoo art Tdk crew terrone thegiornalisti Torino Toto Totti Trap Travel Travis Scott Tsubasa twitch Uganda under 20 urban v Vademecum vendetta Video Videomaker Videomaking Vintage Vipers viral virgil abloh Wany weah Windsurf winter World Champion world championship World Cup World Rookie Tour writer writing wrtiter yeezy YouTube youtuber Zanardi