MARNIK, dedicato a chi osa

Posted by on

Alessandro e Emanuele, i MARNIK, sono tra i talenti più forti della scena dance italiana e internazionale. Il duo si è formato per caso nel 2014 – come ci racconta Lele – “ci siamo conosciuti nello studio di registrazione che oggi è diventato nostro, all’epoca stavamo lavorando a due progetti diversi e dopo aver provato a fare una canzone insieme, che ha avuto molto successo, abbiamo deciso di creare un progetto insieme. MARNIK è l’unione del cognome di Alex (Martello) e del mio vecchio nick name (Leletronik)”.

Com’è cambiata in questi anni la musica elettronica?

“Sta tuttora cambiando, è in continua evoluzione, ogni anno ci sono tendenze e sound nuovi ed è sempre un rimescolamento di suoni. Noi siamo usciti con il nostro progetto nel periodo del boom dell’Edm, con i grandi festival e i dj che sono diventati popolari come le popstar e siamo entrati in questo meccanismo”

Quanto è difficile stare al passo e precedere le mode?

“E’ lì che si vede l’artista che c’è dentro di noi. Il mercato è veloce, cambia continuamente ed è crudele, perché devi sempre stare sul pezzo, giorno dopo giorno, tutti i giorni, devi essere sempre al top e trovare qualcosa di innovativo, quindi dipende tutto dalla tua creatività e dal tuo lato artistico”.

Da cosa o da chi traete ispirazione?

“Noi ascoltiamo musica a 360° di tutti i generi, non abbiamo una vera e propria ispirazione, siamo cresciuti con la musica dance, ma ascoltando tutto il resto”.

Come sono nate le collaborazioni internazionali?

“Abbiamo collaborato con Steve Aoki, Don Diablo e KSHMR. Steve Aoki è stato uno dei nostri primi sostenitori, gli avevamo mandato una canzone per la sua casa discografica, a lui è piaciuta tantissimo, ci ha mandato un tweet dicendo dobbiamo assolutamente fare una canzone insieme. Poi ci siamo conosciuti, abbiamo suonato insieme a tanti eventi, abbiamo fatto un pezzo insieme l’anno scorso anche con Lil John e adesso sta per uscire un nuovo singolo”.

Tra i palchi che avete calcato, quale vi è rimasto impresso maggiormente?

“Direi il Tomorrowland, abbiamo suonato lì due anni, nel 2015 e nel 2017, però anche il palco di Miami dell’Ultramusic Festival dove abbiamo suonato con KSHMR è stato incredibile. Al Tomorrowland , devo dire che si respira un’aria che non hai mai respirato in vita tua, nel senso che credo sia uno dei pochissimi eventi dove si trova gente da ogni angolo del pianeta, abbiamo visto persone che arrivavano dalla Nuova Zelanda, dal Perù, dal Brasile, da tutto il mondo, e sono tutti insieme nello stesso posto, con le bandiere del proprio paese e l’atmosfera è di unione totale”.

Vedreste una collaborazione con il mondo rap?

“Sì, ci stiamo già pensando, è una cosa interessante soprattutto con tanti artisti nuovi. Per esempio siamo in contatto con Achille Lauro e Boss Doms che lavorano proprio nel nostro studio, hanno la stanza di fianco alla nostra, ci vediamo quasi tutti i giorni e ascoltando quello che fanno giorno dopo giorno, siamo rimesti affascinati dal loro modo di fare musica e dal loro mondo, anche se non è esattamente il nostro per cui non escludiamo una collaborazione con loro”.

Quando avete conosciuto Dolly Noire?

“Nel 2014 sono entrato in negozio perché mi piaceva tantissimo il loro prodotto, ho conosciuto Daniele e gli ho chiesto se avessimo potuto collaborare e da allora ad oggi non abbia mai smesso di sentirci”.

Cosa significa per te Stay Brave?

“Stare sempre sul pezzo”.

Dj Dolly Noire Marnik Producer

← Older Post Newer Post →



Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

Mag

RSS
Tags
2018 333 mob Achille Lauro Adrecalina Afrojack AHL Albert Alps Hockey League Ambassador Amedeo d Amsterdam Andrea Bassi Antonio Bravo argentina Ariete Art Art of Sool Artwork Atipici ATPC Attitude Roma Away Axos Banana Moon Bandits Crew Beba Boss Doms brand Breakdance Canadese Canoa Carl Brave x Franco 126 Check Point Clipper Club Dogo Come costruire un profilo Crew cross Culture Clash da move crew damiano mari damned Dani Faiv davide pagliardini Design Design Week Dj Dj Dropsy Dj Jewell Dj Kosmi dj slait Dlynr Dolly Noire Dreca E-commerce Ensi fabrizio smallone Federico Ferrero festival fotografia Francesco Muratori freestyle Giacomo Bertagnolli Gogo Records Goldentrash graffiti Guè Pequeno Guida Hashtag Hell Raton Hellmuzik Hip Hop hiphop Hockey Hockey Milano Rossoblu Home Festival Human Safari Ibrahimovic inghilterra Instagram intervista Invictus Isidoro Italia Kayak Kipchoge L'alba L'Altro Me Crew lettering Live Londra Loop Colors Lush & Simons Machete Machete Crew machete empire records madiba Mamma Fotogramma Mandela Markers Marnik Mask Massimo Sirelli Matteo Iachino Medaglie Michela Moioli Milano Mondiali Monociclo moto moto 3 moto gp Motociclismo Motocross Motus Temporis Murales music Musica Mythos Nazionale nerone new collectio Nicola Liviero Nitro No Comment Olimpiadi Olipiadi Oro Paralimpiadi Parkour Party Philipp Ploner Plant Pour L'Amour Producer Profilo Raba Radio Deejay rap Raptuz Red Bull Redslow Ricro Rkomi Robot Rossella Esse rugby Sailors Tattoo Salmo Sci scozia Shade Shark Tank Shorty Ski Slait smake sneakers Snow Snowboard Sotto18 Festival Space Valley Spazio Tempo spaziotempo Spercross sport SS2019 Stay Brave store street Street Art streetwear surf Tattoo Tattoo art Tdk crew Torino Totti Travel under 20 Vademecum Video Videomaker Videomaking Vipers Wany Windsurf World Champion world championship World Rookie Tour writer writing wrtiter YouTube youtuber Zanardi