Mondiali di Canoa Slalom 2018 - In Brasile con i fratelli Ivaldi

Posted by on

L'avventura canoista carioca dei Fratelli Ivaldi, tra favelas e sogno mondiale.

La sede dei mondiali di canoa slalom in questo 2018 è Rio De Janeiro. Le gare si svolgono sullo stesso complesso che due anni fa ha ospitato le olimpiadi. Peccato che nel frattempo, a causa di una cattiva gestione dei finanziamenti arrivati per i giochi, tutto versi un un cattivo stato. Ad accompagnarci virtualmente in quest'avventura mondiale nella metropoli brasiliana ci sono i fratelli Ivaldi, in gara rispettivamente nel Kayak (Zeno) e nella Canadese (Raffaello).

Arrivati sul luogo con quasi due settimane di anticipo, per abituarsi al fuso orario e al clima differente, fin da subito sono state proprio le strutture a dare qualche problema. "I primi due giorni li abbiamo fatti tra palestra e acqua piatta perchè il canale, che è completamente artificiale, era chiuso per un malfunzionamento delle pompe che portano l'acqua". A fare da cornice a tutto questo la città di Rio, notoriamente non una tra le più sicure al mondo. "Qui tra le baraccopoli ogni tanto spunta un grattacielo, tutto circondato da guardie e filo spinato. Questo vale anche per il canale, che è in mezzo alle favelas. Ovviamente tutto è sbarrato e controllato da militari che ne sorvegliano il perimetro. Lo stesso campionato del mondo è stato molto poco pubblicizzato, proprio per evitare l'arrivo di malintenzionati. Questo è un po' triste, perchè in altre zone del Brasile dove abbiamo gareggiato abbiamo trovato un clima di gioia e di festa molto bello. Alla stessa cerimonia di apertura qui è stato ammesso solo un pubblico di alunni delle scuole, che sono arrivati con i pullman. Probabilmente anche per le finali l'ingresso sarà consentito solo a loro, ai tifosi stranieri, e non a chi vive nella favela".

Eppure sono proprio le stesse baraccopoli, nelle quali questo evento è immerso, a regalare le esperienze più particolari e paradossali di questo mondiale. "Un giorno eravamo al canale per fare due allenamenti" prosegue Raffaello. "Tra uno e l'altro siamo andati con la squadra a mangiare dentro una favela. Appena siamo arrivati hanno iniziato a guardarci strano. A quel punto abbiamo fatto amicizia con uno che ci ha consigliato di girare con lui, per evitare che ci succedesse qualcosa. A quel punto ci troviamo prima in mezzo ad una partita di calcio tra due diverse favelas, in un clima di pura festa. Lui ci porta in questo...diciamo ristorante, che è una delle tante baracche che si trovano li. Ti lascio immaginare il livello igenico. Noi chiediamo qualcosa di tipico. A quel punto il cameriere ci prende in amicizia e scopriamo che parla italiano perchè faceva la Drag Queen nelle discoteche di Torino."

Venendo al lato puramente sportivo di questo mondiale, per ogni specialità sono previsti tre step. Le qualificazioni, le semifinali e le finali. Visto l'alto livello della competizione e la severità con cui si paga ogni errore, ognuno di questi passaggi va preso estremamente sul serio e preparato al meglio. Le qualificazioni, per quanto riguarda i fratelli Ivaldi, si sono svolte rispettivamente ieri, per Zeno, e mercoledi, per Raffaello. Entrambi sono riusciti a passare alle semifinali e, se saranno in grado di superare anche questo scoglio, domenica li attendono le finali.

"Ho chiuso la qualificazione in seconda posizione, e sono molto contento" racconta Zeno dopo la prova di ieri. "Tutti gli avversari più forti sono passati. Può sembrare strano ma a sorprendermi di più è stato il campione del mondo in carica, che faticava da un po', ma oggi ha vinto la qualifica. Anche l'inglese, che ha vinto l'oro all'olimpiade, è molto forte. Bisogna rimanere con i piedi per terra e affrontare una discesa alla volta, perchè può succedere di tutto." Oggi, invece, tocca di nuovo a Raffaello scendere in acqua, questa volta per giocarsi la semifinale. Un altro passo importante, ma lui sa bene come si affrontano certe sfide.

"Nei giorni prima di una gara" ci racconta "Si va a ricercare una propria routine. Come scaldarsi, quanto tempo si impiega ad arrivare al canale, le modalità di visualizzazione del percorso. Perchè ogni canale è diverso. Qui per esempio si può montare in canoa sulla pozza di partenza solamente due minuti prima della tua gara. Questa ricerca della routine serve a non avere problemi da un punto di vista mentale,ad evitare quelle piccole cose che possono dare fastidio. Qualcuno poi usa delle tecniche suggerite dal nostro psicologo della squadra, ma tutto alla fine diventa molto personale. Bisogna lavorare sui propri punti di forza, le proprie qualità cercando di esaltarle al massimo". I primi dieci della semifinale che impegnerà oggi Raffaello saranno protagonisti della finale di Canadese sabato mattina. Per quanto riguarda Zeno, la semifinale di Kayak lo impegnerà sabato pomeriggio, mentre la finalissima si svolgerà domenica. Raisport trasmetterà le gare in differita, mentre qui le potrete seguire in diretta. In quel caso, sappiate che la gara di Raffaello oggi inizierà alle 19:45 ora italiana, mentre Zeno gareggerà sabato alle 21:21. Forza Ragazzi!

Brasil Canadese Canoa Canoe Dlynr Dolly Noire Italia Ivaldi Kayak Mondiali Nazionale Rio Slalom sport World Cup

← Older Post Newer Post →



Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

Mag

RSS
Tags
2018 333 mob 3D Achille Lauro adidas Adrecalina Afrojack AHL akeem Albert Alps Hockey League Ambassador Amedeo d Amsterdam Andrea Bassi Antonio Bravo argentina Ariete Art Art of Sool Artwork Atipici ATPC Attitude Roma Away Axos Banana Moon Bandits Crew Barcellona battle of the year Beba bologna Boss Doms brand Brasil Breakdance bunker studio Canadese Canoa Canoe Carl Brave x Franco 126 Catalunya Charlie Charls Check Point Clipper club Club Dogo Come costruire un profilo Crew cross Culture Clash da move crew damiano mari damned Dani Faiv davide pagliardini Design Design Week diablo Dj Dj Dropsy Dj Jewell Dj Kosmi dj slait Dlynr Dolly Dolly Noire Doppiaggio Dreca E-commerce efrati eicma Ensi esposizione fabrizio smallone Federico Ferrero Federico Resega festival fiera film FIS formula1 fotografia Francesco Muratori freestyle froz Ghali Giacomo Bertagnolli Gogo Records Goldentrash graffiti Guè Pequeno Guida Halloween Hashtag Hell Raton hellheaven11 Hellmuzik Hip Hop hiphop Hockey Hockey Milano Rossoblu Home Festival Human Safari Ibrahimovic inferno inghilterra Instagram intervista Invictus Isidoro Italia Ivaldi Jambo kanye west Kayak kick it Kipchoge L'alba L'Altro Me Crew lettering Live Londra Loop Colors Lush & Simons Machete Machete Crew machete empire records madiba Mamma Fotogramma Mandela Markers Marnik Mask Massimo Sirelli Matteo Iachino Medaglie Michela Moioli Migos Milano Moko Mondiali Monociclo motard moto moto 3 moto gp moto.it moto2 moto3 Motociclismo Motocross Motus Temporis movies Murales music Musica Mythos napoli Nayt Nazionale NBA nerone Neve new collectio Nicola Liviero nightlife nike Nitro No Comment off-white OJ Olimpiadi Olipiadi Oro Outfit OVRTM Paralimpiadi Parkour Party Philipp Ploner Piumini Plant Pour L'Amour Producer Profilo Raba Radio 105 Radio Deejay Raduno Nazionale Ambassador rap Raptuz Red Bull Redslow Ricro Rio Rkomi Robot Rocky roma Rossella Esse rugby rush Sagrada Familia Sailors Tattoo Salmo Sci scozia Sfera Ebbasta Shablo Shade Shark Tank Shoes Shorty Ski Slait Slalom smake smash smashing wednesday sneakerhead sneakerness sneakers Snow Snow Week Snowboard Social Media Sotto18 Festival Space Valley Spazio Tempo spaziotempo Spercross Spider Man sport SS2019 Stay Brave store street Street Art streetculture streetwear surf Tattoo Tattoo art Tdk crew Torino Totti Trap Travel under 20 Vademecum Video Videomaker Videomaking Vipers viral virgil abloh Wany Windsurf winter World Champion world championship World Cup World Rookie Tour writer writing wrtiter yeezy YouTube youtuber Zanardi