Cerbero | Dolly Noire Official Website - Italian Streetwear - Snapbacks and more

Cerbero

Dolly Noire






Inferno, Canto VI

(...)

13. Cerbero, fiera crudele e diversa,
14. con tre gole caninamente latra
15. sovra la gente che quivi è sommersa.                     
16. Li occhi ha vermigli, la barba unta e atra,
17. e ’l ventre largo, e unghiate le mani;
18. graffia li spirti, ed iscoia ed isquatra.                            
19. Urlar li fa la pioggia come cani;
20. de l’un de’ lati fanno a l’altro schermo;
21. volgonsi spesso i miseri profani.                                   
22. Quando ci scorse Cerbero, il gran vermo,
23. e bocche aperse e mostrocci le sanne;
24. non avea membro che tenesse fermo.
(...)

Cerbero nella mitologia greca era uno dei mostri che erano a guardia dell'ingresso degli inferi, su cui regnava il dio Ade. È un mostruoso cane a tre teste, le quali simboleggiano la distruzione del passato, del presente e del futuro. Tutto il suo corpo era ricoperto, anziché di peli, di velenosissimi serpenti, che ad ogni suo latrato si rizzavano, facendo sibilare le proprie orrende lingue. Il suo compito era impedire ai vivi di entrare ed ai morti di uscire. In realtà nell'antichità il "nudo suolo" era definito Cerbero (o "lupo degli dei") poiché ogni cosa seppellita pareva essere divorata in breve tempo.



Others in Collection